Valuing Afforestation of damaged woods with Innovative Agroforestry
Menu

OBIETTIVI

Il progetto LIFE VAIA si pone l’obiettivo di recuperare le superfici boschive e valorizzarne gli ecosistemi, sviluppando prodotti e servizi sostenibili. Attraverso l’applicazione di tecniche agroforestali innovative, LIFE VAIA intende creare opportunità di recupero del territorio e aumentare la resilienza ecologica, economica e sociale degli ecosistemi forestali danneggiati. Il progetto si inserisce nella più ampia strategia ambientale dell’Unione Europea finalizzata alla protezione delle foreste dai danni provocati dalle mutazioni climatiche, al rafforzamento degli ecosistemi locali e alla tutela della biodiversità.

Il progetto LIFE VAIA prevede lo sviluppo di innovative tecniche di intervento per la ricostruzione delle foreste, attraverso le quali è possibile favorire l’adattamento della vegetazione forestale al cambiamento climatico. L’elemento fortemente innovativo del progetto è l’utilizzo della strategia agroforestale come soluzione per far fronte, nel breve e nel lungo periodo, ai danni causati da eventi climatici estremi. Questa strategia consente di investire nella produzione di prodotti biologici con il minimo impatto, aumentando la biodiversità e l’uso sostenibile delle risorse (energia tramite fonti rinnovabili e acqua grazie a raccolta di acqua piovana). Inoltre, la strategia produttiva focalizzata sulle risorse locali e il riadattamento delle zone danneggiate consentono di limitare i danni economici subiti dalle comunità che abitano le aree interessate. Le azioni principali finanziate da LIFE VAIA riguardano la riproduzione e coltivazione del mirtillo selvatico e di altri piccoli frutti “selvatici”, piante alimurgiche e officinali in ecosistemi forestali, nonché la valorizzazione delle produzioni apistiche nelle aree forestali distrutte dalla tempesta. Nel progetto sono previste iniziative di partecipazione dei cittadini alle opere di ricostruzione dei boschi distrutti.

OBIETTIVI IN SINTESI:

1) Consolidare la base di conoscenze sull'uso di procedure agroforestali innovative nell'agricoltura forestale, valutare l'efficacia del metodo e incoraggiarne l’uso nelle foreste europee

2) Sviluppare l’approccio innovativo VAIA 

3) Testare e applicare l'approccio VAIA in diverse aree caratterizzate da condizioni diverse al fine di definire modelli di risposta rapida da trasferire (anche grazie ad attività di replica e toolkit) nei siti interessati da eventi estremi, intensificati dai cambiamenti climatici

4) Promuovere l'attuazione della Strategia Forestale dell'UE specificamente nell’ambito della protezione delle foreste in un contesto climatico in continuo mutamento, promuovendo nel contempo una gestione forestale sostenibile per mitigare cambiamento climatico e tutelare la biodiversità invertendo il declino degli impollinatori e contribuendo al reimpianto di alberi (come previsto dalla Strategia dell'UE sulla biodiversità per il 2030)

5) Sviluppare una silvicoltura nuova e innovativa e prodotti a valore aggiunto

6) Recuperare le superfici boschive e valorizzarne gli ecosistemi, sviluppando prodotti e servizi sostenibili con prodotti di valore aggiunto

7)Aumentare la resilienza ecologica, economica e sociale degli ecosistemi forestali danneggiati

 

VAIA APPROACH

Approccio innovativo basato sull'ecosistema costituito dall'implementazione di agro-silvicoltura  temporaneo/transizionale (15/20 anni) fino a la crescita di alberi forestali, e finalizzato a:

a) affrontare in breve tempo la maggior parte degli effetti negativi causati all'ambiente dalla distruzione degli alberi (per esempio erosione, mineralizzazione della materia organica, perdita di biodiversità);

b) accelerare la ricostruzione degli ecosistemi forestali, unendo concetti di riforestazione naturale e artificiale al fine di promuovere la creazione di ecosistemi stabili e dall’alto valore ecologico, nella tutela della biodiversità

c) migliorare la resilienza degli ambienti forestali e la loro capacità di adattamento ai cambiamenti climatici;

d) creare opportunità per uno sviluppo economico sostenibile volto ad arrestare lo spopolamento nelle aree in cui si sono verificati eventi dirompenti